a proposito di Spirille

La discesa delle Spirille

il momento energetico più importante dell’anno, attivato dalla benedizione dei Maestri Ascesi.

Durante questo evento, vienei nterpretato per ciascun partecipante la “colata di cera” e consegnato a ciascuno un messaggio personale e un simbolo canalizzato, bene augurante e attivato, da tenere con sé tutto l’anno.

Qui di seguito una breve spiegazione scritta da Eddy Seferian (Lo Scriba degli Angeli) amico personale di Surabhi che fino a poco tempo prima di lasciare il pianeta Terra, condivideva e teneva insieme a lei, questo rito, eseguibile fino al 6 gennaio.

Vi do una spiegazione breve di cosa sono le Spirille che scendono nella seconda metà di

dicembre. Sono una vibrazione che si manifesta verso la fine dell’anno, nel mese di dicembre, è un fenomeno che cresce man mano. Incomincia con la ricorrenza dell’Immacolata, l’8 dicembre, e aumenta a tal punto che dà l’impressione che l’aria, l’atmosfera stia pulsando.

È una pulsazione dell’atmosfera. Sono energie immediate che chiunque può incamerare. I Maestri le chiamano Spirille. Sono a forma di cono con la punta rivolta verso il basso come una spirale che rotea e con la punta arrivano a toccare terra e quindi a dare energia, a rafforzare la Terra.

Questo avviene a partire dal giorno 8 dicembre; le Spirille cominciano a scendere ma non hanno ancora energie a sufficienza per raggiungere il suolo, però già raggiungono i tetti delle case e man mano che ci si avvicina al giorno di Natale diventano più intense con più energia finché verso il 21, 22 o il 23 arrivano addirittura a toccare la Terra e a lasciarsi assorbire da Madre Terra. Le Spirille sono spirali a forma di cuneo a punta che scendono come una nevicata.”

Eddy Seferian

e qui di seguito, per una spiegazione ancora più completa, il messaggio del Maestro Horunci, sempre fornito gentilmente da Eddy Seferian

Estratto da un messaggio del Maestro Istruttore Solare Horunci del 22.12.1958 in occasione della ‘Discesa delle Spirille’.

< Ora in breve vi faccio un riassunto per darvi la spiegazione cosmologica della Discesa delle Spirille.

L’aggettivo cosmologico implica il fatto che potenze esteriori al pianeta vengono lanciate dentro l’ambito gravitazionale della Terra come essenze senzienti, cioè essenze coscienti in ragione di Amore verso il vostro pianeta. Queste essenze formano i primi strati stratosferici e diventano cosmiche perché sono universali. Ognuna di queste essenze senzienti porta la sua potenza, entra nel pianeta Terra in un giuoco meraviglioso di Amore di cui non potrei descrivervi l’intensità con parole terrene.

Le essenze senzienti hanno già tutto in predisposizione e si uniscono alle Tetrarchie (*), cioè alle Entità senza nome, nel senso che agiscono nel più assoluto anonimato. Le essenze senzienti espandono il loro polline ovunque, entrano nelle Gerarchie ed il Cosmo si realizza e si espande nell’equilibrio gravitario del pianeta!

Il Centro di questa Potenza Cosmica, ogni anno, deve far scendere le sue qualità, le sue specialità: Amore, eccetera …… che sono l’essenza pura dell’anima, dei suoi frutti, includendo in essi pure l’anima dell’uomo. Queste specialità animano tutto, anche le cose terrene.

Quanto sopra descritto, avviene a partire dal 21 agosto, quando tutto si ferma sulla Terra; ma non su tutte le Regioni, solo su quelle dove le Scintille / Spirille dovranno scendere a fine dicembre. Infatti la discesa delle Spirille non avviene contemporaneamente in tutte le Regioni del pianeta. In questo momento mi riferisco in particolar modo alle Regioni dell’Occidente. Quindi, queste piccole Scintille / Spirille tengono pronto il loro polline per quando tutto sarà entrato in anestesia sulla Terra, ossia il cosiddetto wu wei (cioè un cammino evolutivo per inerzia). Questo stato di fatto, e la conseguente discesa delle Spirille, prosegue sino al giorno 20, 21, 22 e, a volte, sino al 25 dicembre, perché avviene in concomitanza con il Solstizio d’Inverno, cioè il periodo in cui la Terra, nel corso della sua orbita ellittica, è vicinissima al Sole (perielio). Il Sole illumina e feconda i corpi sottili cosmici e questi scendono pronti su ogni spicchio della Terra, dando la loro potenza di grado, di sistemazione, di qualità, che possono essere assorbite sia dagli uomini, che dalle cose e persino dalla Terra fin nelle sue viscere profonde, là dove le sostanze allo stato gassoso portano il loro contributo al pianeta e all’umanità.

Voi avete il Fuoco Cosmico in Alto (il Sole) ed il Fuoco divampante fecondativo in Basso (il centro della Terra). Infatti il centro del vostro pianeta, lungo il suo asse, ha un’enorme massa di fuoco; chiamiamolo Fuoco, perché è l’essenza della vita. Sul piano sottile della realtà animica, il Fuoco dà inizio alla sua attività con un bombardamento e va da un capo all’altro della Terra; da lì torna e poi ritorna e ritorna ancora: è l’eterno senso della vita. Questo principio dei ritorni ciclici appartiene anche alla vibrazione del richiamo mantrico Atlantideo dell’Atlam!.

Sul piano cosmico le influenze vanno alle Gerarchie passando attraverso le parti Tetrarchiche, che sono magiche. Poi il lavorìo, ossia la loro azione, ha luogo nelle sfere del pianeta, cioè nelle atmosfere. Ogni strato di atmosfera prende ciò di cui ha bisogno, come quando, per analogia, nel periodo natalizio, voi andate nei luoghi dove dispensano tanti pacchi-dono: ognuno prende il proprio pacco. Per cui avviene che ogni Gerarchia, ogni Maestro, ogni allievo riceve la sua parte di influenze. Il Maestro prende e dà ai suoi Gruppi, e questi a loro volta danno ad altri, e così via. Questa è la spiegazione del significato del fenomeno Spirille.

C’è anche il cambio delle competenze in seno alle Gerarchie, che si compie dal 24 giugno al 5 luglio. In quel breve periodo, la Terra, nel corso della sua orbita ellittica, raggiunge il punto più lontano dal Sole (afelio), per l’esattezza il 4 luglio. Quindi, questo fenomeno non si realizza in Alto, nella parte Tetrarchica, (perché la parte Tetrarchica non è solo un simbolo, è il massimo centro magico, è occulto e non diverrà mai palese), ma in tutte le Gerarchie. In quel periodo dell’anno, il Maestro della direzione istruttiva del mondo, che è più in Alto nelle Dominazioni (*), scende nella Gerarchia e va ad immettere le direttive (come, per esempio, anche durante il Piccolo o il Grande Wesak).

In Terra ci sono molti Maestri, ognuno nel luogo a cui è preposto. Il Tibet funge ancora (eravamo nel dicembre 1958) come fulcro. Quei Maestri ricevono ed espandono magicamente nel mondo; si espandono in tutte le parti con egual misura, con perfetta sincronia ed ogni Nazione, ogni gruppo, ogni Regione prende ciò di cui ha bisogno. Questo è il dono di Natale! >

—————oooooooooOOO0OOOooooooooo—————

(*) Nell’antichità classica la suddivisione del governo di un Paese si ripartiva in quattro parti. Ma in questo specifico caso forse si tratta del potere esercitato da quattro Entità. Ispirandomi al contenuto del penultimo paragrafo, presumo si tratti di un gruppo di quattro Entità Angeliche, comprendente le Dominazioni.

Dante, nella Divina Commedia, li elenca in questo ordine, dal basso (Purgatorio) all’alto (Paradiso): Angeli, Arcangeli, Principati, Potestà, Virtù, Dominazioni, Troni, Cherubini e Serafini.

Ma direte voi perché allora si parla del 6 gennaio, perché con successivi messaggi ci è stato comunicato che avevamo tempo fino al 6 gennaio per attivare questa energia e preparare il rituale.

Via aspettiamo al centro Energy. Luce e amore a tutti. Surabh

https://www.surabhi-energy.it/agenda

Nessun commento

Scrivi Commento

1
Ciao 🙂
Vuoi informazioni su Consulti, trattamenti e corsi? Scrivimi
Powered by